La Circolare 3/20 del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali stabilisce che anche i lavoratori con disabilità possano usufruire di 12 giornate in più, fra marzo e aprile, da sommare a quelle già previste dalla Legge 104/92 e cioè 3 al mese.
Potranno usufruirne:

  1. Genitori di figli con disabilità grave non ricoverati a tempo pieno;
  2. Coniuge, parenti e affini entro il 2° grado di persone con disabilità grave (ovvero entro il terzo grado qualora i genitori o il coniuge della persona con handicap in situazione di gravità abbiano compiuto i sessantacinque anni di età oppure siano anche essi affetti da patologie invalidanti o siano deceduti o mancanti), non ricoverati a tempo pieno;
  3. Lavoratori con disabilità grave.

Le giornate possono essere utilizzate consecutivamente o essere frazionate in ore, nel caso di lavoro part time. Queste nuove norme hanno effetto dal 5 marzo e valgono per i dipendenti privati, per i lavoratori del pubblico impiego al momento non sono state date indicazioni in tal senso.
I lavoratori che già si avvalgono delle Legge 104 dovranno solo accordarsi con il datore di lavoro, mentre chi non ha una autorizzazione dovrà presentare domanda secondo le modalità previste dalla stessa Legge 104.

Per un approfondimento dei provvedimenti previsti dal Ministero del lavoro e dall’INPS vi rimandiamo all’analisi su HandyLex.org del 24 e 25 marzo:
http://www.handylex.org/news/2020/03/24/agevolazioni-lavorative-per-coronavirus-circolare-del-ministero-del-lavoro
http://www.handylex.org/news/2020/03/25/agevolazioni-lavorative-per-coronavirus-circolare-inps
e di Superando.it
http://www.superando.it/2020/03/25/lavoratori-con-disabilita-e-alla-fine-prevale-la-ragione/
http://www.superando.it/2020/03/26/come-chiedere-i-permessi-lavorativi-in-piu/