La scorsa settimana è stato approvato il Programma Dopo di noi per la Lombardia (con la DGR 6674), che determina la concretizzazione regionale della L. 112/2016 e l’impiego delle risorse del Fondo nazionale.

Il Fondo nazionale ha previsto una dotazione complessiva di 90 milioni per il 2016, 38,3 per il 2017 e 56,1 per il 2018. Per la Lombardia, la DGR regola i primi 15 milioni (15.030.000) per il 2016, ripartendoli tra i 98 Ambiti Territoriali in base alla popolazione residente compresa nella fascia d’età tra i 18 e 64 anni.

La destinazione delle risorse per la Provincia di Monza e Brianza corrisponde a circa 1,3 milioni di euro per azioni di sostegno all’abitare in autonomia, sia gestionali (supporto all’acquisizione di autonomie, accrescimento della consapevolezza, lavoro di sostegno alle famiglie) che infrastrutturali (adeguamenti e migliorie ma anche contributi per canoni di locazione e spese  condominiali).

Spetta dunque ora agli Ambiti definire le linee operative per l’attuazione locale di tale programma, condividendole con l’Associazionismo, il Terzo settore e le ATS, attraverso le Cabine di Regia.

Le istanze per ottenere le risorse potranno essere presentate da persone con disabilità e/o loro famigliari o chi ne ha la protezione giuridica ma anche dai Comuni, Associazioni di famiglie e di persone con disabilità, nonché enti di Terzo settore, enti pubblici o privati, “preferibilmente in co-progettazione”.

Per ulteriori approfondimenti potete consultare i seguenti articoli sul sito di Lombardia Sociale:

Il Dopo di noi lombardo

Un commento al Programma operativo regionale lombardo sul Dopo di Noi  (contributo dell’associazionismo LEDHA a ANFFAS)