Entro il 31 gennaio i datori di lavoro pubblici e privati che abbiano almeno 15 dipendenti sono tenuti a presentare il prospetto informativo con i dati riferiti alla situazione occupazionale (art. 9 – comma 6 della n. 68/99), che va inviato al servizio provinciale competente esclusivamente tramite procedura telematica.
I soggetti con sede legale in Provincia di Monza e della Brianza comunicano tramite il sistema Sintesi provinciale http://www.mb.provincia.mb.it/lavoro/sintesi_mb/index.html

Il ritardo nell’invio prevede una sanzione pari a 635,11 euro, maggiorata di 30,76 euro per ogni giorno di ulteriore ritardo.
Nel prospetto devono essere indicati: il numero complessivo dei dipendenti, il numero e i nominativi dei lavoratori computabili nella quota di riserva, i posti di lavoro e le mansioni disponibili per i lavoratori disabili (dati riferiti al 31 dicembre 2019). Va inviato ogni anno e qualora si verifichino eventuali variazioni nella situazione occupazionale scatterà l’obbligo di assunzione di un lavoratore con disabilità entro 60 giorni.

Ricordiamo che la quota di riserva va calcolata come segue:
– 1 lavoratore disabile, se l’azienda occupa da 15 a 35 dipendenti a tempo indeterminato
– 2 lavoratori disabili, se l’azienda occupa da 36 a 50 dipendenti a tempo indeterminato
– 7% dei lavoratori occupati, se l’azienda occupa più di 50 dipendenti a tempo indeterminato

Approfondimenti:
http://www.mb.provincia.mb.it/lavoro/disabili/adempimenti_aziende.html