martedì 26 Maggio 2020
UN PROGETTO DI
ARTICOLO 14

La Legge 68/99 mira a favorire l’inserimento socio-lavorativo di persone svantaggiate e Dis-Abili in aziende con più di 15 dipendenti.

Per agevolare le aziende nell’ottemperare all’obbligo successivamente è stato introdotto uno strumento flessibile, l’Art.14 del D.Lgs. 276/03, che prevede la possibilità – attraverso l’affidamento da parte dell’azienda di una commessa alle cooperative di tipo B e la stipula di un Convenzione tra l’azienda, la cooperativa e i servizi per l’impiego – di poter assolvere all’obbligo senza assumere direttamente il Dis-Abile e poterlo computare comunque nella quota d’obbligo dell’azienda (1 lavoratore per aziende con 15-35 dipendenti, 2 lavoratori per aziende con 36-50 dipendenti e nell’ordine del 20% della scopertura complessiva per aziende con più di 50 dipendenti).

A tale proposito ci pare importante segnalare che la commessa di lavoro affidata alla cooperativa non deve riguardare esclusivamente l’attività caratteristica dell’azienda, ma può anche essere riferita ad attività di servizi (pulizie, manutenzione del verde, gestione magazzino, servizi generali, ecc.).

Il ricorso a questo strumento consente il raggiungimento di alcune finalità specifiche quali:

  1. finalità sociale, legata all’utilizzo di uno strumento di promozione dell’inserimento lavorativo di fasce svantaggiate di lavoratori attraverso la valorizzazione del ruolo delle cooperative sociali di tipo B che hanno come finalità l’ingresso nel mercato del lavoro di persone in situazione di svantaggio. Tale attenzione potrebbe anche rientrare in una più ampia strategia di Responsabilità Sociale di Impresa;
  2. finalità giuridica, legata all’assolvimento dell’obbligo;
  3. finalità economica, legata al contenimento dei costi operativi delle attività esternalizzate, alla riduzione dei costi relativi all’inserimento del disabile in termini sia di costo del lavoro che di tutoraggio, di adeguamento della struttura aziendale e di miglioramento delle condizioni di flessibilità delle strutture di costo;
  4. finalità di carattere competitivo, connessa alla possibilità di concentrare le risorse aziendali su attività che possono creare e sviluppare il vantaggio competitivo dell’azienda, attraverso il potenziamento delle proprie core competences.
PROGETTI

AZIENDENET

Disabilità e “lavoro agile”: un accomodamento ragionevole?

0
La situazione di cambiamento che stiamo vivendo nel mondo del lavoro, porterà a nuove possibilità e in che modo? Per approfondire il tema dello “smart working” e delle pari opportunità per le persone con...

COVID 19 – Agevolazioni lavorative: cosa prevede la legge

0
La Circolare 3/20 del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali stabilisce che anche i lavoratori con disabilità possano usufruire di 12 giornate in più, fra marzo e aprile, da sommare a quelle...

Welfare, che Impresa!

0
Nuova edizione del concorso per startup sociali al servizio della comunità promosso da Fondazione Italiana Accenture, Fondazione Bracco, Fondazione Snam, Fondazione CON IL SUD e Ubi Banca (presentazione del concorso). Possono partecipare Enti giuridici...

31 gennaio: Invio del prospetto informativo

0
Entro il 31 gennaio i datori di lavoro pubblici e privati che abbiano almeno 15 dipendenti sono tenuti a presentare il prospetto informativo con i dati riferiti alla situazione occupazionale (art. 9 –...

Promotore legge 68

0
Promotore legge 68 è il nuovo servizio di AFOL Monza e Brianza per facilitare le imprese del territorio nel percorso di integrazione lavorativa delle persone con disabilità. Presso il PUNTO INFORMATIVO di Afol Monza...
Font Resize

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi